/

Anna Dego e Anna Stante

Back

Quando

1-5 dicembre 2023

Cosa

Residenza di teatro danza e spettacolo

Di soglia in soglia

(titolo provvisorio)

Un luogo in cui è possibile immaginare una soglia.

Perché le soglie parlano, le soglie trasformano.

Chi varca una soglia conclude una fase. È testimone di un prima e di un dopo.

Le soglie raccontano lo spazio ed il tempo e come il tempo precipita in avanti, così la memoria trasferisce la realtà del passato nel presente.

La magia della soglia, perché oltre la soglia c’è l’altro, l’estraneo, il doppio.

I Pitagorici consideravano il 2 un numero femminile. Nella Smorfia il numero 2 è la bambina. Il numero due raccoglie tutte le polarità ma anche i contrasti.

In scena due donne che si preparano al loro tempo.

Il tempo passato, in cui pensano all’altro tempo che è in loro.

Il tempo tra le cose perché sanno che ci vuole tempo.

Il tempo in cui non vedono i colori perché si sono smarrite.

Il tempo che si fa sentire.

Il tempo della musica.

Il tempo in cui trovano il loro tempo, il loro corpo. Il corpo del tempo.

Martedì 5 Dicembre

Ore 19:00
SPETTACOLO APERTO AL PUBBLICO 

Durante i giorni di residenza, le artiste apriranno il loro percorso di creazione con una prova aperta al pubblico.
Un'occasione di dialogo e incontro nell'evoluzione del progetto artistico.

Durata 1h'
Offerta libera
Segue Rinfresco

RSVP: info@palazzocaprioli.org o 331/7585912

ANNA DEGO

Anna Dego si diploma alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova e lavora con regis9 tra i quali Nanni Garella, Elio De Capitani, Ferdinando Bruni, Franco Branciaroli, Marco Sciaccaluga, Benno Besson, Alexandr Galin, Raul Iaiza.

Nel ’94 si trasferisce a Palermo e lavora con il regista Claudio Collovà, partecipando anche a diversi progeM realizza9 con i ragazzi del carcere minorile di Palermo sostenu9 dal Ministero di Grazie e Gius9zia.

All’interno dello speNacolo Tango barbaro di Copi con Toni Servillo e Mariangela Melato incontra la coreografa Adriana Borriello. Questo incontro segna un punto di svolta, nel ’97 entra nella compagnia della coreografa dove lavorerà per i successivi 8 anni, partecipando alle produzioni, tra le quali il Proge+o Catar.co che nasce da ricerche antropologiche ed etnocoreologiche sulle tradizioni popolari con par9colare aNenzione al sud Italia.

Selezionata al Fes9val Inteatro di Polverigi, presenta il duo insieme ad Alessandro Mor, Nododiamante la cui tappa successiva, Os.nato, debuNa a Romaeuropa Danza.

Nel 2002 inizia la collaborazione tuN ’ora in corso, come danzatrice e coreografa con l’ensemble musicale Arpeggiata direNo da Chris9na Pluhar, partecipando a fes9val e teatri internazionali tra i quali Carnegie Hall a New York, Salle Gaveau a Parigi, Walt Disney Concert Hall a Los Angeles, Flagey a Bruxelles, Hong Kong Arts Fes9val e City Recital Hall di Sidney tra altri.

2018 viene selezionata da PAV all’interno di Fabulamundi/Playwri.ng Europe con il progeNo da “Il tempo sospeso” di Azar Mortazavi.

E’ autrice e regista degli speNacoli Nododiamante (vincitore del premio “Teatri

per la Danza”), Os.nato (Romaeuropa Danza) e Indoor (Napoli Teatro Fes9val

2017) insieme ad Alessandro Mor e debuNa in Maria’s Circus per la regia di

Luigi Arpini (Napoli Teatro Fes9val 2020).

Anna Dego conduce stabilmente workshop all’estero ed in italia dove convergono le sue esperienze di aNrice e di danzatrice; a Parigi presso il Centre de Danse du Marais.

ANNA STANTE

Nasce a Torino nel 1967.

Nell’88/89 si forma come attrice all’accademia “ Bottega teatrale” a Firenze, sotto la direzione del maestro Vittorio Gassman.

Inizia un intenso periodo di lavoro teatrale interpretando ruoli primari tra i quali: Rossana nel Cyrano di Bergerac, Viola nella Dodicesima Notte, Cordelia in Re Lear di Shakespeare. Diretta da registi di fama, quali Squarzina, Sciaccaluga, Branciaroli, Ronconi con il quale partecipa nel 1999 al festival “Union des théatres d’Europe” di Strasburgo con lo spettacolo “Memorie di una cameriera” Al cinema recita sotto la direzione di : Venier, Pozzetto, Ponti, Verdecchi, Nichetti.

Negli stessi anni porta avanti un'intensa attività televisiva: fiction, film, spot, anche all'estero.

Nei primi anni 90 è una delle protagoniste di una popolare soap opera: 100 vetrine.

Dal 2019 è tornata a recitare in teatro. Da qualche anno si occupa di formazione: Corsi e seminari teatrali per adolescenti e adulti.

Attualmente è docente al liceo musicale di Ivrea per la sezione teatro.

L'ARTISTA RACCONTA

30/03/2023

"Ho avuto la fortunata occasione di arrivare a Palazzo Caprioli per presentare

Viaggio attorno alla Tarantella, progetto di teatro danza legato al mondo della

tarantella e fin da subito mi sono sentita immersa in un’atmosfera particolare, come

trasportata in un tempo altro.

Ho trovato un fermento autentico e una vitalità artistica e culturale di altissimo

livello, come è raro trovare e soprattutto ho provato una profonda affinità con la

direzione artistica nell’intento di promuovere le diverse pratiche e i differenti

linguaggi al cui centro ci sia l’essere umano, l’essere umano in cammino.

Palazzo Caprioli è un crocevia di esperienze straordinarie, di incontri altrettanto

straordinari, la bellezza circonda e riempie lo spazio, lo spazio si apre alla bellezza.

Sono entusiasta e grata di potere iniziare un nuovo percorso creativo che è sempre

un momento molto delicato, in un luogo come Palazzo Caprioli, perché è un luogo

di apertura, di scambio, dove l’essenza dell’esperienza temporale dell’arte consiste

anche nell’imparare ad indugiare, come scrive Byng-Chul Han, filosofo e docente

sud coreano, nel suo bellissimo saggio “La scomparsa dei riti”, saggio che sta alla

base del lavoro che si intende affrontare ed approfondire."

Anna Dego

Vuoi maggiori informazioni? Scrivimi.

Palazzo Caprioli

lun 27 mag - dom 02 giu
lun

27

mar

28

mer

29

gio

30

ven

31

sab

01

dom

02

mag

27